Scelta dei bastoncini

A CURA DI MARCO SANTONI

0
358

L’evoluzione del bastoncino ha avuto, negli ultimi anni, momenti di stasi, in cui i tubi cilindrici di metallo cambiavano solo il colore; successivamente sono state introdotte alcune novità di intuizione creativa, con sviluppi tecnologici che miglioravano l’efficacia del bastone stesso: leggerezza, resistenza, reattività e ergonomicita’ nell’impugnatura, sono stati gli obiettivi  dei costruttori per arrivare a prodotti dalla tecnica elevata.
Dal nocciolo al bamboo, dall’acciaio all’alluminio, dalle leghe fino al carbon-graphite, i materiali hanno giocato un ruolo importante nello sviluppo del bastone.
La diversità tra un prodotto e l’altro sta nel materiale utilizzato per la costruzione della canna, oppure per certi accorgimenti che tendono a migliorare la sicurezza nell’impugnatura con manopole sempre più anatomiche e performanti, più morbide rispetto al passato, con angoli di impugnatura diversi e con i laccetti passamano regolabili, funzionali e resistenti. Anche qui i materiali spaziano dal sughero naturale, al simil-caucciù, al sintetico duro.
Nella parte terminale del bastoncino vi sono le rondelle, applicazioni che impediscono al bastone di sprofondare sulla neve una volta appoggiato. Le rondelle, un tempo chiamate ciambelle, sono sempre più piccole ma con forme funzionali e durezze diverse per esigenze legate al tipo di neve.
L’evoluzione del bastone ha avuto, negli ultimi anni, momenti di stasi, in cui i tubi cilindrici di metallo cambiavano solo il colore; successivamente sono state introdotte alcune novità di intuizione creativa, con sviluppi tecnologici che miglioravano l’efficacia del bastone stesso: leggerezza, resistenza, reattività e ergonomicita’ nell’impugnatura, sono stati gli obiettivi  dei costruttori per arrivare a prodotti dalla tecnica elevata.

 

Marco Santoni
(Allenatore federale, titolare di Onerace)

Articolo precedenteConvegno Rovereto: riforma legge sicurezza sulle piste da sci
Articolo successivoGiovannino: campione italiano della Marsica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui